giovane-allevatrice-ragazza-che-mette-fieno-nella-mangiatoia-delle-mucche-in-fattoria

I giovani scoprono l’Agricoltura

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un ritrovato interesse dei giovani per l’agricoltura.
Con più di 55 mila aziende agricole guidate da under 35, il nostro Paese è al vertice dell’Unione europea per la presenza di giovani in agricoltura.

Questo è quanto emerge dai dati raccolti dalla Coldiretti.

Partendo già dal percorso scolastico, sempre più giovani scelgono indirizzi che portano all’imprenditoria agricolo-alimentare: gli iscritti agli istituti tecnici o professionali che operano in quell’area, ristorazione compresa, sono lievitati del 44% solo nell’ultimo anno.
Incoraggiati anche dagli aiuti dei fondi europei e dai vari bandi regionali, questo ritorno alla terra, vista come un’opportunità di lavoro, è giustificata anche dal fatto che in Italia i giovani non hanno un sicuro stabile, c’è troppa precarietà nel mondo del lavoro.

Ma chi sono questi giovani agricoltori?
Non sempre sono figli di “famiglie agricole” ma spesso hanno genitori lontani dal mondo della terra.
Sono giovani appassionati ed istruiti, con un’età compresa fra i 18 e i 35 anni, 1 su 4 è laureato, 1 su 4 è donna, amano viaggiare all’estero e conoscono almeno una lingua straniera, utilizzano applicazioni digitali e sono al passo con la tecnologia.
Per questi “contadini 2.0” investire in agricoltura non significa guardare al passato ma interpretare con strumenti nuovi il futuro.
Questa nuova generazione di imprenditori agricoli mostra una particolare predilezione per la tutela dell’ambiente e per l’attenzione al sociale, si pensi alla nascita di tante fattorie didattiche, alle tante attività di educazione alimentare, agli agriasilo.
Gli under 35, unendo l’innovazione alla tradizione, hanno portato un rinnovamento, in questo settore fondamentale per l’economia del nostro paese, con attività che vanno dalla trasformazione aziendale dei prodotti alla vendita diretta (prodotti genuini e di qualità), alla cura e alla tutela dell’ambiente, alla produzione di energie rinnovabili.

Secondo uno studio della Coldiretti queste nuove imprese sono più competitive rispetto alla media: hanno una superficie superiore del 54% un fatturato più elevato del 75% e il 50% degli occupati in più.
Sempre secondo la stessa indagine, il 57% dei giovani intervistati preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che lavorare in una multinazionale o fare l’impiegato in banca.

Apprezziamo dunque questi giovani che tengono i piedi nella terra e la testa al mondo!

  • C2B4FOOD Srl
    Sede operativa:
    Piazza Castello, 10/B - 1° Piano
    46029, Suzzara MN
    Tel: 0376 261780

    Sede legale:
    Via Bigliardi 19
    42045, Luzzara RE
    P.IVA: 02728000353

Seguici